Palestina! Ah no, è il Cile!

Lo sappiamo, pubblicare foto che suscitino emozioni è uno dei modi più diretti per far arrivare un “messaggio” a un pubblico vasto. Davanti a una foto esplicita, anche il lettore meno sensibile e politicizzato non puo’ restare indifferente. La foto è un’arma di propaganda utilissima ed efficacissima. Lo sa anche Arianna Editrice che il 27 marzo, sulla sua pagina Facebbok, pubblica questa:

Con un’unica didascalia di accompagnamento: Palestina.

Intanto, chi è Arianna Editrice? Sulla pagina Face Book, a informazioni si legge:

Pubblichiamo dal 1998 studi e ricerche in forma saggistica, che propongono analisi e indagini autorevoli, approfondite e documentate del mondo in cui viviamo, con particolare attenzione al rapporto tra uomo e natura, affrontando temi e argomenti culturali, sociali, politici, economici e storici. Testimoni di una crisi planetaria che avvilisce e impoverisce l’essere umano, i popoli e il Pianeta Terra, proponiamo differenti stili di vita e cultura, ispirati alla sobrietà e al senso del limite, con una vocazione pluralista.

Fuori da schemi e confini ideologici, che limitano la nostra libertà di scelta, indipendenza di giudizio e consapevolezza, offriamo un ampio spettro di autori non conformisti, che si sforzano di percorrere e proporre vie inusuali e non ortodosse.

Per questo ci identifichiamo con un modello comunitario che cerca di comprendere la complessità della condizione contemporanea, proponendo relazioni sociali antiutilitaristiche, basate sulla partecipazione e il dono, l’autosufficienza economica e finanziaria, la sostenibilità con energie rinnovabili e tecnologie appropriate.

La nostra proposta editoriale si propone di offrire – in forma rigorosa, ma divulgativa e possibilmente economica – gli strumenti per scoprire le cause che hanno prodotto l’attuale stile di vita dissipativo e consumista e, contemporaneamente, esplorare le possibili soluzioni ecologiche legate a un paradigma olistico.

La sede di Arianna Editrice (appoggiata a una catena distributiva, Macrolibrarsi) è a Bologna . Arianna pubblica testi di medicina alternativa, libri su cospirazioni varie, saggi sulla decrescita e su forme di illuminazione interna, pamphlet contro il “signoraggio bancario”. Diffonde quotidianamente un bollettino in rete, in cui hanno ampio spazio il negazionismo dell’Olocausto, le tesi sul superamento delle distinzioni tra destra e sinistra, la geopolitica di impostazione “eurasiatica”. Arianna Edistrice va di pari passo con  Aurora Sito, di Alex Lattanzio, redattore della Rivista Eurasia.

“Le argomentazioni de La Nazione Eurasia ruotano attorno alla particolare visione dell’ “eurasiatismo”, che rifiuta il concetto di “Occidente” da Los Angeles a Tokio passando per Roma, contrapponendogli anzi l’intima unita’ spirituale e geopolitica dell’Eurasia. L’obiettivo della rivista è di propagandare l’idea di un’Europa Unita politicamente, spiritualmente e militarmente da Dublino a Vladivostok, un’Europa che si ponga come alternativa all’Occidente abbracciando i valori della tradizione, della difesa di tutte le culture e civilta’, e opponendo alla barbarie capitalista una nuova societa’ comunitaria”. Tra gli articolisti i soliti nomi della galassia comunitarista.

Nel 2006, Arianna Editrice pubblico’ un articolo nel quale sosteneva:

1) che predicare, come fa Ahmadinejad , la distruzione di Israele non è antisemitismo 2) che Ahmadinejad ha ragione quando accusa i sionisti di aver utilizzato la memoria della Shoah per “giustificare” i loro crimini 3) che la Shoah fu un complotto sionista.

Questo il milieu politico, a grandi linee. E veniamo alla foto. Quella che è spacciata per “Palestina” è in realtà il Cile. Si tratta di una manifestazione di studenti cileni, il 3 agosto 2011.

i link che confermano:

http://www.diario-octubre.com/2012/08/09/protesta-en-chile-deja-75-estudiantes-detenidos-y-49-policias-heridos/

http://www.taringa.net/posts/ciencia-educacion/13089907/Movimiento-estudiantil-chileno-2011.html

http://www.radiomercosur.com/noticias/SANTIAGO_El_movimiento_estudiantil_chileno_vuelve_a_salir_a_las_calles_09_08_2012_2012_08_09

http://foro.tierrasdelsur.cc/foro/showthread.php?122855-Brutal-Represion-a-Estudiantes-Secundarios-Universitarios-en-Chile

http://www.cerebropublico.cl/cidh-rechaza-represion-desproporcionada-de-carabineros-contra-estudiantes

http://agridulce.com.mx/blog/crece-la-represion-en-contra-de-los-estudiantes-en-chile/

http://www.aporrea.org/ddhh/n212188.html

http://gmolate.tumblr.com/post/8493282015/carabineros-hijos-de-puta

http://night-crystal.blogspot.co.il/2012/08/suteptrujillo-chile-el-neoliberalismo.html

E cosi’ via…. Per questa volta vi è andata male. Ma non dubitiamo, ci riproverete.

 

Update: 01/07/2013 La foto risulta tolta, non è più disponibile

Annunci

Un pensiero su “Palestina! Ah no, è il Cile!

  1. Fulvio Del Deo

    Rimando alle foto dei massacri in Siria, spacciati per “crimini sionisti”. Purtroppo Pallywood è supportata da milioni di imbecilli in tutto il mondo. Ciò che poi rende ancor più facile spacciare per “palestina” qualsisasi immagine di repressione poliziesca è il fatto che molto spesso i manifestanti di mezzo mondo portano al collo la kefia!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...