L’esempio che l’URWA propone agli scolari? Ma Hitler, ovvio!

Che cosa sia l’UNRWA lo sappiamo già: un carrozzone mangia-soldi che si è dovuto inventare un diritto ereditario allo status di profugo, applicato solo ai palestinesi- tra i profughi di tutto il mondo, per non dover chiudere i battenti con la morte dell’ultimo “rifugiato” e continuare a incassare i miliardi che girano da anni nelle sue casse. E va bene. Già con quello che è noto ce ne sarebbe abbastanza. Ma come si dice? Al peggio non c’è mai fine.

Per esempio, che i suoi strumenti didattici si concentrino sul riaffermare la “necessità della lotta armata”, finalizzata alla “liberazione della Palestina” è abbastanza grave. Oppure che nei suoi campi estivi, rivolti ai bambini, si insegnino i “valori” della jihad e del martirio, anche questo non fa stare allegri. Ma se si legge che il decano del settore educativo dell’UNRWA in Giordania, il dottor Fares Haider, pubblica un ritratto di Adolf Hitler sulla home page della sua pagina Facebook, e divulga poi la stessa pagina in tutto il sistema scolastico dell’UNRWA, come si puo’ commentare?

Ecco che cosa si legge sulla pagina Facebook del Dr. Fares Haider, accanto al ritratto di Hitler:

“Le due regole più importanti per raggiungere il successo: La prima: non arrendersi assolutamente. La seconda: Ricordare la prima regola. Firmato, Adolf Hitler

Invece più sotto si legge: “La piattaforma di conoscenza e illuminazione intellettuale” il nome del Dr. Fares Haider in inglese e sotto le seguenti parole in arabo: “Regole militari di successo … Buongiorno a tutti voi”

Sul lato sinistro della pagina Facebook si legge:

“Non esitate a prendere decisioni. La vostra esitazione è fortemente connessa al modo con il quale la vostra istruzione ed educazione familiare sono sopraffatte da una visione poco chiara. Una persona esitante è una persona che non definisce le sue priorità. Avere una visione chiara è vedere il movimento del mondo e la realtà così come sono e non come si immaginano. ” “La scorsa settimana la discussione verteva su due elementi fondamentali nel [campo] del processo decisionale. Il primo elemento è rappresentato dalla disamina e il secondo dalla consultazione Per quanto riguarda il terzo elemento di oggi, il terzo passo:.. Preparazione…. ecc.ecc.

Eh beh certo! Cosa c’è di meglio che proporre a degli scolari che vivono già nella violenza e che crescono in case dove -nei loro salotti- gocano sotto le gigantografie dei “martiri”, un esempio cosi’ pregnante come quello di Hitler? Chi meglio di Hitler è adatto a dare consigli di comportamento alle giovani generazioni? Questi personaggi, il prof. Haider non sarà di certo il solo, sono pagati anche con i VOSTRI soldi. Rifletteteci quando esortate a “restare umani”!

Grazie a Emet News Service

 

Annunci

2 pensieri su “L’esempio che l’URWA propone agli scolari? Ma Hitler, ovvio!

  1. Pingback: Terrorismo? Raptus? I media europei | Federazione Sionistica Italiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...