Assad? No, Israele

Un non meglio precisato ufficiale israeliano ha rivelato al New York Times che Israele aveva colpito dei depositi di missili siriani, destinati a Hizbollah.

L’esercito di Assad è a brandelli, ma non la sua aviazione che resta una delle migliori del mondo. Assad è il “muro difensivo” degli Ayatollah, se cadesse lui l’Iran diventerebbe più vulnerabile e il suo braccio armato, Hizbollah, si indebolirebbe: addio al passaggio di armi da Damasco alla Beqaa. Quindi, interesse di Damasco, in previsione di una fuga precipitosa di Assad, è mettere in salvo le armi che provengono dall’Iran.

Nel frattempo, Nasrallah deve fare fronte agli scontri interni che da sempre interessano le fazioni sciite e sunnite del paese. La sua partecipazione attiva al conflitto siriano gli è costata perdite di uomini e denaro, nonché di potere. Non se lo puo’ permettere. E nemmeno l’Iran puo’ permettersi di temere – ora, mentre si trova “scoperto” dalla confusione del fronte siriano –  attacchi israeliani alle sue centrali nucleari. E Israele non puo’ permettere che missili Scud DS russi, in possesso alle forze siriane, passino a Hizbollah. Il loro raggio di azione, più di 400 miglia, potrebbe facilmente raggiungere Eilat.

Azaz, Siria

Obama non si pronuncia, ma continua a ripetere che Israele ha il diritto di evitare che armi siriane cadano in mano agli Hizbollah. Israele ha annunciato che colpirà ogni tentativo di trasferimento di arrmi a Hizbollah che potrebbe mettere in pericolo la sicurezza del paese. Fin qui la cronaca stringata. Ma quello che forse merita la pena di essere analizzato è il comportamento del “popolo del web”, occidentale e italiano  in particolare.

Dall’inizio di questa strage siriana, nel 2011, e secondo il bilancio approssimativo dell’Onu, le vittime sono più di 90.000. Houla, Daraya, Bayda non sono solo nomi di città finora sconosciute, sono teatri di un massacro. Le vittime siriane sono state cosi’ abbondanti e cosi’ poco considerate dall’opinione pubblica mondiale che gruppi islamisti hanno pensato di utilizzarne le foto, a centinaia, spacciandole per palestinesi, sicuri -come infatti è stato – che solo cosi’ arebbero avuto visibilità. Le manifestazioni contro Assad, le pochissime che ci sono state, hanno raccolto poche decine di persone.

Ma appena il nome di Israele si è affacciato alla scena, ecco che tutto miracolosamente cambia! E perbacco! Ora si’ che c’è da indignarsi! Come si permette Israele di ingerire negli affari di uno stato sovrano? Come si permette di distruggere armi di un massacratore, impedendogli di continuare a usarle a suo piacimento, contro siriani e israeliani? E’ un’indecenza!

Da “L’Unità” commenti dei lettori:

Il regime di Assad e quello di Israele sono sempre più tristemente simili, bombardamenti e repressione violenta. Ma fra cani non si mordono e intanto in Siria siamo all’olocausto. Quando si sveglierà la comunità internazionale?

Ecco fatto! In Siria l’Olocausto e Assad e Israele accomunati dall’essere “cani”

Israele come al solito cercando motivi per ” la pace” con l`appoggio di Obama premio Nobel per il terrorismo e la complicità è il silenzio della comunità internazionale e l`ONU.

Israele minaccia la pace e con l’aiuto di Obama e dell’Onu! Ma come? Non è quello stesso Onu che citano cosi’ volentieri quando c’è da ricordarne le condanne a Israele?

Da Giornalettismo

hanno festeggiato la nomina di una filoisraeliana

Qui forse il riferimento è a Emma Bonino, nominata al Ministero degli Affari esteri. Per festeggiarla, Israele attacca la Siria!

Dal Corriere

Senza alcun rispetto per questo articolo,confuso, fumoso e volutamente pieno di omissioni: sembra infatti che le uccisioni di civili donne e bambini siano dovuto alle sole “squadre della morte” di Assad. Nessun riferimento, naturalmente, alla possibilità (certezza?) che esse siano state provocate, almeno in parte, dall’incursione israeliana. Bravo, Olimpio, defensor fidei!

Qui addirittura si avanza la possibilità (certezza?) che la strage di Banya, della quale l’articolo rende notizia, sia in realtà stata compiuta da Israele! 

Lo sappiamo: loro sono i detentori della pace e della democrazia.

Realtà che la maggior parte dei lettori sembra non buttare giù

Da Repubblica:

ancora convinti che le stragi in Siria siano opera dei Siriani???

Eh no, certo! Il “caro leader” questo non lo fa

Ave Israele! Come potete pensare che uno stato di assassini possa fare del bene?

Assassini “dentro”!

Tra l’altro non penso che la carneficina di Assad sia paragonabile alla carneficina Israeliana

Assassini più assassini degli assassini

Da Gesù in poi ,gli Israeliani nn hanno perso il vizio..loro.il popolo eletto..ma chi se ne frega,cominciassero a rispettare il prossimo..visto che loro sono gli invasori-avanposto americano

beh, perché non ricordare il famoso deicidio, ad opera degli “israeliani”? Notare l’estrema malafede! Avrebbe dovuto scrivere Ebrei, logicamente, dato che ricordava qualcosa avvenuto un po’ prima della nascita dello Stato di Israele, ma non l’ha fatto!

e chi le fa le stragi in siria se non i sionisti? per decenni assad ha comandato senza uccidere un solo abitante del suo paese poi salta fuori obana e dice “assad deve andarsene” e da quel momento misteriose forze entrano in siria e iniziano bombe ed eccidi. poi ci sono i fessi convinti che assad all’imporvviso si sia messo ad ammazzare la sua gente così per divertimento!

obana e i sionisti, e assad povero! Per anni ha comandato (non ha osato scrivere “governato” ) senza fare mai morti (!!!) e ora è stato messo nel mezzo, e non si diverte a uccidere la sua gente.

tengo la bocca chusa perchè potrei dire cose molto pesanti contro questi usurai MONDIALI che tengono le fila dei mercati e ci riducono alla fame una cosa sola direi …….. be pensateci

assassini seriali, deicidi e usurai. Tutto il repertorio classico

Da Le Monde

Une nouvelle fois, toute critique à l’égard de la politique belliciste d’Israël est taxée d’antisémitisme. Cette croyance que le conflit avec la Palestine et les pays arabes environnants sera réglé par la force, que l’expansionnisme colonial israélien est légitimé par l’histoire biblique, finira par un embrasement généralisé de la région.

Anche senza che nessuno avesse parlato di antisemitismo, meglio mettere le mani avanti!

Da L’Huffington Post 

Un pays géré par l’extrême-droite la plus virulente qui se permet de bafouer les lois internationales ne peut pas être crédible.

E’ Israele, non Assad che se ne frega delle leggi internazionali!

Israel se croit au dessus des lois mais il faut que le gouvenement sache qu’ils se conduisent comme des assassins. Le complexe malsain developpe par l’Etat Hebreux N’engendrera que la mort, cela fait 70 ans qu’il n’arrive pas a passer a autre chose et qu’il se mure dans le passe. Il faut un souvenir assume et non paranoiaque, plus facile adire qu’a faire mais tellement necessaire

Malsani, assassini!

Da Reuters

Enough already. If Israel wants war with Syria and by extension Shia-dominated Iran and much of Iraq, it should declare war. Otherwise Israeli missile and fighter-bomber attacks are nothing more than state terrorism fully backstopped by the United States. If war means nuclear and chemical and biological weapons used by all sides, so be it. It will eventually happen anyway, so it might as well be launched now and, as is likely, involve aggressive anti-Shia states like Saudi Arabia and Qatar whose oil fields will no doubt also suffer massive damage, and Turkey, a Nato nation, will also be drawn in and suffer its own extended civil war as a result. Even Israel which has many sectarian divisions within its Hebrew religion, may suffer civil war after the Black Flags are unfolded and they too suffer mass casualties.

If Israel would stop occupying other people land, stop expanding settlements, stop expanding Israeli borders at the expense of neighbours, maybe there could be peace. Nobody is obliged to accept occupation, and everybody has a right to self-defence against occupiers.

Occupazione? Cosa c’entra?

Potremmo continuare ancora a lungo. Da un esame approssimativo alla stampa on line internazionale, nessun paese risulta cosi’ anti israeliano, cosi’ impregnato di stereotipi antisemiti, cosi’ ottuso nei suoi giudizi verso le politiche israeliane, quanto l’Italia. Triste record. Assad puo’ continuare a macellare tranquillamente il suo popolo, ora il mondo si deve concentrare su Israele.

Annunci

3 pensieri su “Assad? No, Israele

  1. dario

    Sono impressionato dalla qualit delle informazioni su questo sito. Ci sono un sacco di buone risorse qui. Sono sicuro che visiter di nuovo il vostro blog molto presto.

    Rispondi
  2. giacomo

    Bellarticolo, molto utile! Stavo facendo le mie belle letture di post pre-nanna, dove lasciare qualche commento, con la speranza di ritorni sul mio blog, quando ho letto questo articolo! Grazie delle dritte!!!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...